Giro del Monte Bersaio

  • Provincia: Cuneo
  • Km. 26,5
  • Dislivello totale positivo m.1340~
  • Altitudine max. m.2440~ slm.
  • Ciclabilità: 100%/100%
  • Difficoltà: TC/BC
  • P/A: Sambuco (parcheggio Via Umberto I)

 


 
Altre foto quì
 

Spazi infiniti verdi, sfumati dalle colorate fioriture, interrotti solo dal grigio delle guglie dolomitiche che si elevano affilate, panorami così belli che ti svuotano di tutto il resto, un posto da cui non vorresti mai tornare.Il Monte Bersaio, Rocca la Meja, Rocce Forni ed il Becco Nero sono solo alcune delle cime che rapiscono la mente nel loro silenzioso sorprendere.Questo giro è talmente bello che è divenuto un classico, ma per chi lo fa la prima volta di classico c’ è ben poco, ogni tornante è una scoperta, ogni visuale è emozionante.Tutto questo è guarnito da una salita sempre perfettamente pedalabile e da una discesa assai divertente, manca proprio nulla…

Salita

Da Sambuco prendiamo per Moriglione S. Lorenzo passando per Serre Bianco, ciò significa salita sparata a freddo (17% circa), ma l’ alternativa sarebbe la statale, poco male, zero asfalto e ambiente subito eccezzionale con le guglie del Monte Bersaio che dominano e t’ invitano a pedalare per vedere cosa c’ è sopra, siamo sul sentiero dell’ Iron Bike!Ci ricongiungiamo alla carrareccia che ci porterà in quota, fondo sempre perfetto e pendenza meno mordace, si pedala bene.Le fatiche terminano al Colle di Salsas Blancias (2440m. slm.) d’ ora in avanti falso piano fino al Colle della Bandia.

Discesa

Dal Colle della Bandia s’ inizia a perdere quota infilandosi in Val Chiaffrea, purtroppo su stradina (che spreco!) solo un breve sentiero ad interrompere la monotonia (fortunatamente ripagata dai panorami).Bisogna arrivare al Gias Mure per far si che il sentiero P34 si trasformi in ciò che stavamo auspicando, un single track divertente che ci introduce nel Vallone della Madonna, ostacoli fissi mai particolarmente crudi, e poi curve, tante curve e tornanti spesso su fondo ciotolato dove si pattina, poi si entra nel bosco dove il pietrume lascia posto alla moquette, una vera goduria, fosse stato tutto così…

Che dire, in questa zona bisognerebbe passare le vacanze per perdersi ogni giorno in uno degli innumerevoli giri possibili, comunque questo è proprio bello, adatto anche a chi non ha molta dimestichezza con le discese troppo impegnative, non perdetevelo!

Fontane a Sanbuco (poco prima del parcheggio e poco dopo), a Moriglione S. Lorenzo e al Colle della Bandia.

 


 

 


Meteo Sambuco

 

Lascia un commento